Metadati e metà pubblici

Non ci vuole certo un Oscar per sapere che i Cookies non sono cosa buona, soprattutto se non si sa chi li ha preparati!

Il nome cookie potrebbe trarre in inganno, perché non sono affatto biscotti. Sono, invece, lo strumento predisposto alla cosiddetta PROFILAZIONE, ovvero la raccolta di dati di un utente ai fini di delinearne un profilo. Non è una cosa semplice e sapere come gestire le continue richieste che provengono da siti ed applicazioni richiede una certa cultura a riguardo. Per farvi un’idea, potete iniziare da questo interessante articolo.

Ryan Gosling, invece, ce l’ha con i cereali. Ma questa è un’altra storia…

 

Follow the white Rabbit…

Per quelli di voi che nel 1999 ancora erano troppo giovani, un consiglio: guardatevi la trilogia di MATRIX.

Ancora non era scoppiata l’era dei nativi digitali e già si potevano vedere al cinema pellicole come questa, dove non solo si immaginava un mondo pieno di computer ma si andava oltre: il mondo era stato creato al computer. E noi eravamo tutti righe di codice nel flusso della matrice (matrix, appunto).

Non è uno spoiler, tranquilli, il film racconta la storia di Neo, un ragazzo qualunque che un giorno… eccetera eccetera.

Il film è molto importante per il tema della sicurezza informatica, a nostro avviso, perché permette di comprendere bene la profondità del rapporto che intercorre tra l’uomo e la macchina e, soprattutto, come le conseguenze dell’invenzione del computer possano ripercuotersi su molte sfere della nostra esistenza.

Se poi volete qualcosa che vi faccia capire come questo rapporto possa essere degenerato fino ad arrivare al compimento di veri e propri reati informatici dall’enorme portata, allora guardate Mr.ROBOT, una serie tv che sta andando in onda ora e che tratta le vicende di un gruppo di Hacker professionisti. Ecco il trailer:

Buona visione!

Il buono, il brutto e il cattivo contenuto

Ok, prima di far impazzire la gente come il tizio qui sopra, forse è bene segnalare quando un contenuto ci sembra pericoloso per la sensibilità altrui o capace di rovinare l’immagine/reputazione di qualcuno che non lo merita. Non sempre è facilissimo e non sempre il contenuto che riteniamo inopportuno lo è davvero per la comunità. Bisogna stare molto attenti a distinguere tra gusto personale e pericolo oggettivo. Io non saprei dire se il video che stava guardando il ragazzo qui sopra fosse da segnalare, ma forse il proprietario del pc la pensa diversamente… Chi può dirlo?

Buona navigazione!