IL PROGETTO

Il Comune di Torino - Assessorato al Lavoro per rafforzare la cultura della sicurezza promuove il progetto Uscite di Sicurezza, realizzato nell'ambito del Bando "Promozione della Cultura e della Sicurezza tra i giovani" a cura di Cooperativa O.R.So. e MagazziniOz.

La sicurezza è un tema su cui è necessario investire sia in prevenzione che in formazione per far sì che fra le nuove generazioni si crei e si diffonda tale cultura, pertanto il progetto Uscite di Sicurezza rappresenta un’opportunità formativa dedicata ai giovani tra i 15 e i 25 anni, volta a fornire gli strumenti utili per confrontarsi con un tema importante per tutti, la Sicurezza.

IL BLOG

Edizione Speciale urban game #ProudToBeSafe

#PTBS

Il progetto Uscite di Sicurezza  propone in collaborazione con il Forum Sicurezza e Salute 2017 un’edizione speciale del gioco urbano #Proudtobesafe, un’opportunità formativa rivolta sia agli iscritti del forum che ai cittadini torinesi.
L’esperienza si propone di coinvolgere i partecipanti attraverso tecniche di gamification portandoli a confrontarsi con il tema della sicurezza declinato nelle sue molteplici forme.
Il percorso, articolato in una decina di prove, vedrà le differenti squadre di massimo 3 partecipanti ciascuna interagire con l’ambiente urbano alla ricerca delle informazioni utili per il superamento dei quesiti proposti: è previsto un premio per le tre squadre vincitrici di questa “caccia al tesoro” urbana.

Cosa si farà durante #ProudToBeSafe?

A partire dalle ore 19,00 di Giovedì 27 Aprile 2017, presso la sede del Forum Sicurezza e Salute 2017 [Unimanagement – via XX Settembre 29 – Torino] i partecipanti saranno impegnati a scoprire, apprendere storie, curiosità e luoghi in tema di sicurezza, un argomento su cui è necessario investire sia in prevenzione che in formazione per far sì che fra le nuove generazioni si crei e si diffonda tale cultura.

Come iscriversi Iscrivetevi 

I Partecipanti dovranno iscriversi entro e non oltre le ore 19.00 di Giovedì 27 Aprile 2017 compilando in tutte le sue parti il seguente il form , prendendo visione e accettando il Regolamento di gioco e i Termini e Condizioni per la partecipazione. L’iscrizione è gratuita.

FORM DI ISCRIZIONE

Regolamento

AllegatoA – [Modulo per partecipanti minorenni]

Terms&Conditions – Privacy Policy

E già dall’iscrizione si inizia a Giocare:

La squadra che tra i suoi componenti avrà un partecipante con età inferiore ai 25 anni otterrà un bonus punteggio di 1000 punti.

La squadra che tra i suoi componenti avrà almeno un partecipante con un dispositivo di protezione individuale si aggiudicherà un bonus punteggio di 2000 punti.

La squadra i cui tutti i componenti indosseranno almeno un indumento di colore giallo si aggiudicherà un bonus punteggio di 1000 punti.

Questi punteggi verranno assegnati al momento della registrazione presso la sede del Forum Sicurezza e Salute 2017 [Unimanagement – via XX Settembre 29 – Torino]

Premi

Il premio del gioco urbano #ProudToBeSafe consisterà in:

Per la squadra classificata Prima: Un Gift Voucher Decathlon del valore di 150€ per ogni membro della squadra.

Per la squadra classificata Seconda: Un Gift Voucher Decathlon del valore di 100€ per ogni membro della squadra.

Per la squadra classificata Terza: Un Gift Voucher Decathlon del valore di 75€ per ogni membro della squadra.

Svolgimento del gioco

Fase 1 Apertura iscrizioni del gioco 

L’iscrizione della squadra al gioco dovrà essere effettuata online nell’apposita sezione del sito www.uscitedisicurezza.it o del sito www.forumsicurezza2017.oato.it compilando l’apposito form in ogni sua parte entro le ore 19.00 del giorno 27 Aprile 2017.

Fase 2 Registrazione

La registrazione definitiva della squadra avverrà nel giorno del gioco urbano, giovedì 27 Aprile 2017 entro le 19.00, presso la sede del Forum Sicurezza e Salute 2017 [Unimanagement – via XX Settembre 29 – Torino ]

Fase 3  Inizio e svolgimento del gioco urbano 

#ProudToBeSafe si svolgerà nel territorio della città di Torino nella serata del 27 Aprile 2017 dalle ore 19.00 alle ore 22.00.

Fase 4  Chiusura e Proclamazione vincitori 

Alle ore 22.00 il gioco si chiude, i materiali non consegnati entro tale orario non saranno considerati validi.

 A seguire ci sarà il calcolo dei punteggi delle varie squadre e la diffusione dei risultati. La comunicazione dei vincitori avverrà nel luogo indicato durante lo svolgimento delle prove.

Fase 5  Ritiro del premio

La premiazione avverrà Giovedì 27 Aprile 2017 contestualmente alla proclamazione dei vincitori al termine del gioco.

Informazioni pratiche

Per lo svolgimento del gioco è necessario avere uno smartphone connesso alla rete con cui svolgere le prove (1 per squadra) e si consiglia di indossare calzature comode.

Eventuali domande e chiarimenti rispetto regolamento devono essere inviate all’indirizzo di posta elettronica: info@uscitedisicurezza.it

#ProudToBeSafe è una delle azioni del progetto Uscite di Sicurezza, promosso dal Comune di Torino – Assessorato al Lavoro realizzato nell’ambito del Bando “Promozione della Cultura e della Sicurezza tra i giovani” a cura di Cooperativa O.R.So. e MagazziniOz.

Uscite di Sicurezza al Forum Sicurezza 2017

Schermata 2017-04-19 alle 04.40.29
Il progetto Uscite di Sicurezza sarà coinvolto in una sessione del Forum Sicurezza e Salute 2017,  Mercoledì 26 Aprile dalle ore 17.00 alle ore 19.00. 
L’incontro dal titolo La formazione e la percezione del rischio, fra realtà e illusione.  approfondirà gli approcci formativi che consentono di motivare le persone sul tema della sicurezza.
Schermata 2017-04-19 alle 04.38.55
L’incontro che vede coinvolto il progetto Uscite di Sicurezza (promosso dal Comune di Torino – Assessorato al Lavoro)  verrà introdotto e moderato da Roberto Grieco, psicologo del lavoro e delle organizzazioni, vedrà l’intervento di Fabrizio Fagiano, coordinatore focus group Salute e Sicurezza Ordine Psicologi del Piemonte e verrà presentato da Fabio Mosca, sviluppatore AnotheReality un approccio alla percezione del rischio con mediante la realtà virtuale.
Tutte le informazioni sul sito del Forum Sicurezza

Inoltre in occasione del Forum il progetto Uscite di Sicurezza propone il gioco urbano: #ProudToBeSafe in un’edizione speciale. Una  “caccia al tesoro”, che porterà le squadre di massimo 3 partecipanti a interagire con l’ambiente urbano nella ricerca degli indizi per risolvere i quesiti proposti. Una decina di prove da affrontare giovedì 27 alle 19: trovate tutte le Informazioni nella sezione del sito.
Imparare essendo sicuri di divertirsi, e vincendo anche dei premi, non vi rimane che Iscrivervi! Fatelo subito compilando il seguente modulo: ISCRIZIONE

#seiSicuro? La webserie di Uscite di Sicurezza

Online la serie #seiSicuro?

Il workshop di scrittura e scenografia svolto dai vincitori del Social Game TheAlert! ha dato i suoi frutti. Grazie alle idee e all’impegno dai ragazzi il progetto di Uscite di Sicurezza si arricchisce della sua webserie di 4 episodi, che ciascuno con il proprio punto di vista, raccontano diversi tipi di Sicurezza!

I video sono stati realizzati grazie alla collaborazione con La Buoncostume ed Epica Film.

Buona visione!

Episodio _ Precauzioni stellari

Episodio _ No Gravity

Episodio _ Allarme Rosso

Episodio _ Nelle terre selvagge

 

#ProudToBeSafe

varie

Che cos’è #ProudToBeSafe?

Un gioco urbano sulla sicurezza in cui i partecipanti dovranno confrontarsi con 10 prove a tema, che li vedrà impegnati per le vie della loro città. Questo momento rappresenta un’opportunità formativa dedicata a tutti i cittadini della Città di Torino tra i 14 e i 99 anni, volta a fornire gli strumenti utili per confrontarsi con un tema importante per tutti, la Sicurezza.

A partire dalle ore 14,00 di Sabato 22 Ottobre i partecipanti saranno impegnati a scoprire, apprendere storie, curiosità e luoghi in tema di sicurezza, un argomento su cui è necessario investire sia in prevenzione che in formazione per far sì che fra le nuove generazioni si crei e si diffonda tale cultura.

#ProudToBeSafe è una delle azioni del progetto Uscite di Sicurezza, promosso dal Comune di Torino – Assessorato al Lavoro realizzato nell’ambito del Bando “Promozione della Cultura e della Sicurezza tra i giovani” a cura di Cooperativa O.R.So. e MagazziniOz.

Come Partecipare

I Partecipanti dovranno iscriversi entro le ore 12.00 di Sabato 22 Ottobre 2016  compilando in tutte le sue parti il seguente form [Link], prendendo visione e accettando il Regolamento di gioco e i Termini e Condizioni per la partecipazione.

Regolamento di Gioco #ProudToBeSafe

AllegatoA – [Modulo per partecipanti minorenni]

Termini e Condizioni

Premi

Il premio del gioco urbano #ProudToBeSafe consisterà in:

Per la squadra classificata Prima: Un Gift Voucher TicketOne del valore di 100€ per ogni membro della squadra. Una copia del gioco “DigiTabù” per ciascun partecipante

Per la squadra classificata Seconda: Un Gift Voucher TicketOne del valore di 100€ per ogni membro della squadra.

Per la squadra classificata Terza: Un singolo Gift Voucher TicketOne del valore di 100€.

Vi saranno numerosi premi per le altre squadre partecipanti.

Svolgimento del gioco

Fase 1 Apertura iscrizioni gioco urbano.

L’iscrizione della squadra al gioco dovrà essere effettuata online nell’apposita sezione del sito www.uscitedisicurezza.it compilando l’apposito form in ogni sua parte entro le ore 12 del gorno 21 Ottobre 2016.

La registrazione definitiva della squadra avverrà nel giorno del gioco urbano, sabato 22 Ottobre 2016 entro le 13.45, presso MagazziniOz Via Giolitti 19/A

Fase 3 ¬ Inizio e svolgimento del gioco urbano  #ProudToBeSafe
Il gioco urbano si svolgerà nel territorio della città di Torino nel pomeriggio del 22 Ottobre 2016 dalle ore 14 alle ore 18.

Fase 4 ¬ Chiusura e Proclamazione vincitori ¬ 22 Ottobre 2016, alle ore 18 il gioco si chiude, i materiali non consegnati entro tale orario non saranno considerati validi. A seguire ci sarà il calcolo dei punteggi delle varie squadre e la diffusione dei risultati. La comunicazione dei vincitori avverrà presso i MagazziniOz, Via Giolitti 19/A.

Fase 5 – Ritiro del premio – Sabato 22 Ottobre 2016 contestualmente alla proclamazione dei vincitori.

Informazioni

Eventuali domande e chiarimenti rispetto regolamento devono essere inviate all’indirizzo di posta elettronica: info@uscitedisicurezza.it

Per la serie… Sicuro, sicuro, sicuro?

FullSizeRender 8

Eccoli qua i nostri prodi eroi della sicurezza alle prese con la scrittura della Mini-serie più sicura del web! I ragazzi si sono presi molto sul serio e, guidati dalla mitica Buoncostume e supportati dalle tecnologie di Epica Film, hanno realizzato il loro bel capolavoro…

IMG_5225

Niente ciance, la storia è stata pensata, scritta e girata interamente nei due giorni del laboratorio. Sono 4 episodi, che a breve potrete vedere belli e montati.

IMG_5241

IMG_5240

Guardate come ci siamo divertiti! Ma non è finita qua. Per tutti voi che ancora avete sete di Sicurezza, sappiate che a settembre ci saranno altre attività a cui potrete partecipare. Ora godetevi il mare e le meritate ferie, poi si riparte. Siete pronti? Attenti a dove vi riposate, però! :-)

A prestissimo, state sicuri!

Diamo i numeri.

Fortunatamente questo che avete appena visto è un falso allarme. Si tratta di uno scherzo di cattivo gusto che ha fatto ormai il giro del mondo per via della reazione di Sandra Milo, ritenuta da alcuni molto divertente.

La verità è che ogni giorno i centralini dei numeri di emergenza devono fare i conti con numerose telefonate “sbagliate”, ovvero fatte per motivi futili, o effettuate per sbaglio dalla tastiera del telefono che struscia nella tasca oppure fatte per scherzo da buontemponi. Attenzione però: in Italia esiste il reato di procurato allarme, che punisce con una multa salata tutti coloro che hanno attivato una procedura di emergenza senza che ce ne fosse la necessità. Certo, se vi parte per sbaglio una chiamata alla polizia perché avevate il cellulare nella borsa o ci stava giocando il vostro cuginetto di tre anni è molto probabile che saranno clementi, ma in altri casi è meglio non metterli alla prova. Tirare il freno di un treno senza motivo, attivare un allarme antincendio o chiamare a scuola dicendo che c’è una bomba, non è assolutamente consentito.

A volte, però, può capitare che la colpa di alcuni “disguidi” non sia propriamente nostra, come è successo un anno fa in America, quando tutti i possessori di Iphone che chiedevano a Siri informazioni sull’11 settembre si ritrovavano improvvisamnte a parlare con il centralino del 911, il numero delle emergenze! Guardate un po’ qui!

A volte dare i numeri è molto più semplice di quanto si possa immaginare!

Metadati e metà pubblici

Non ci vuole certo un Oscar per sapere che i Cookies non sono cosa buona, soprattutto se non si sa chi li ha preparati!

Il nome cookie potrebbe trarre in inganno, perché non sono affatto biscotti. Sono, invece, lo strumento predisposto alla cosiddetta PROFILAZIONE, ovvero la raccolta di dati di un utente ai fini di delinearne un profilo. Non è una cosa semplice e sapere come gestire le continue richieste che provengono da siti ed applicazioni richiede una certa cultura a riguardo. Per farvi un’idea, potete iniziare da questo interessante articolo.

Ryan Gosling, invece, ce l’ha con i cereali. Ma questa è un’altra storia…

 

Follow the white Rabbit…

Per quelli di voi che nel 1999 ancora erano troppo giovani, un consiglio: guardatevi la trilogia di MATRIX.

Ancora non era scoppiata l’era dei nativi digitali e già si potevano vedere al cinema pellicole come questa, dove non solo si immaginava un mondo pieno di computer ma si andava oltre: il mondo era stato creato al computer. E noi eravamo tutti righe di codice nel flusso della matrice (matrix, appunto).

Non è uno spoiler, tranquilli, il film racconta la storia di Neo, un ragazzo qualunque che un giorno… eccetera eccetera.

Il film è molto importante per il tema della sicurezza informatica, a nostro avviso, perché permette di comprendere bene la profondità del rapporto che intercorre tra l’uomo e la macchina e, soprattutto, come le conseguenze dell’invenzione del computer possano ripercuotersi su molte sfere della nostra esistenza.

Se poi volete qualcosa che vi faccia capire come questo rapporto possa essere degenerato fino ad arrivare al compimento di veri e propri reati informatici dall’enorme portata, allora guardate Mr.ROBOT, una serie tv che sta andando in onda ora e che tratta le vicende di un gruppo di Hacker professionisti. Ecco il trailer:

Buona visione!

Freddo cane!

freddo cane

C’è chi lo chiama “angelo della neve”, chi lo chiama Beethoven, chi lo considera “produttori di bava” e chi non vede l’ora di scoprire cosa nasconde in quel tipico barilotto che tiene sempre stretto sotto il collo. Stiamo parlando del San Bernardo, il cane che, quando lo vedi, vuol dire che sei salvo!

Il St. Bernhardshung (nome originale) è un cane dalla storia mooolto antica. Pare che la sua derivazione sia legata a quegli enormi mastini che i romani usavano lasciare di guardia con le truppe di presidio nei punti più strategici e sulle grandi vie di comunicazioni. Una cosa è certa: già nella seconda metà del Seicento, il S.Bernardo era presente nei passi montani tra la Svizzera e l’Italia, tanto da essere immortalato dal pittore Salvator Rosa in suo disegno:

e321d00b3eb6471cffffa7e6ffa86322

Proprio in quel periodo, diventa famoso per la sua grande capacità nel tracciare le piste nella neve fresca, prevedere la caduta di valanghe e ritrovare viaggiatori dispersi. Questa capacità era così grande, che all’inizio del 1800, il cane Barry diventò famoso per aver salvato almeno 40 persone in tutta la sua carriera! Il suo corpo è stato addirittura imbalsamato, ed è ora conservato presso il Museo di Storia Naturale di Berna!

12135307_992487777481756_1772205220_n

Ma anche se i San Bernardo sono belli e simpatici, è sempre meglio non metterli in condizione di doverci venire a salvare. Quando andate sulla neve, fate sempre molta attenzione a considerare la possibilità che ci siano valanghe, consultate i bollettini, chiedete agli esperti e non avventuratevi mai per fuoripista sfrenati!

Buona settimana bianca!

Maeglio saperlo prima che Doping…

Oggi vogliamo mostrarvi la storia di Heidi Krieger, un’atleta tedesca che ha avuto la sfortuna di vivere la sua attività sportiva quando ancora il doping non era soggetto ad un regolamento preciso e non si conoscevano bene gli effetti collaterali… Qualunque cosa si possa pensare a riguardo, una cosa è certa: per lei non è stato facile affrontare queste scelte e non era quello che aveva previsto nella sua vita. Buona visione…